Manfredonia: Si concludono i Campionati Mondiali Studenteschi beach volley

brasileSi chiude con un bilancio più che lusinghiero il Campionato Mondiale Studentesco di beach volley che si è svolto in questa settimana a Manfredonia e questo pomeriggio ha celebrato gli ultimi momenti di gara con le partite di finale.

Una manifestazione che ha calamitato l’attenzione di tanto pubblico, portato alla ribalta la città di Manfredonia e il Gargano, messo in risalto anche innegabili valori tecnici tra le squadre che si sono affrontate sui cinque campi allestiti di fronte al castello di Re Manfredi.

Brasile, Francia, Germania, Cina, Liechtenstein e Italia hanno dato vita a incontri molto combattuti, ma tutti contraddistinti dallo spirito gioioso degli studenti che hanno affrontato l’impegno per quello che doveva e dev’essere: una festa di popoli, dove il risultato sportivo finisce in secondo piano.

La manifestazione, organizzata dal Miur – Ufficio scolastico regionale della Puglia, è andata avanti seguendo lo schema classico delle manifestazioni internazionali, con gare al mattino e pomeriggio per cinque giorni, intervallate nella giornata di giovedì dalla Giornata della cultura e dell’amicizia tra i popoli organizzata dal Parco del Gargano. Quest’ultimo appuntamento ha permesso alle delegazioni di conoscere lo splendido Promontorio fino a Vieste dove i ragazzi, con l’ausilio delle scolaresche locali, hanno improvvisato una caccia al tesoro nel centro storico attraverso i suggestivi vicoli dell’antica città marinara.

Un biglietto da visita del Gargano e della sua ospitale gente, questi Mondiali, che ogni delegazione porterà con sé quando, domenica mattina, riprenderanno la via di casa.

E’ andato tutto nel migliore dei modi nonostante le condizioni meteorologiche non siano state quelle tradizionali di maggio, da queste parti: tanto vento e, per fortuna, poca pioggia e tanto sole che ha illuminato gli splendidi colori del Golfo di Manfredonia.

L’arrivederci ai mondiali studenteschi c’è stato questa sera con la cerimonia conclusiva dei Giochi manfredoniani. L’International School federation ha rinnovato l’invito alle scuole ai prossimi mondiali di beach volley in programma fra due anni ad Aracaju (Brasile), ma il saluto ideale alla manifestazione c’è stato venerdì sera con la Cena delle nazioni alla quale le delegazioni hanno avuto parte attiva ognuna presentando qualcosa del proprio repertorio e delle proprie usanze. Così i ragazzi francesi e tedeschi hanno improvvisato una gustosa ballata, i cinesi hanno cantato, i brasiliani già molto concentrati sull’evento che dovranno organizzare hanno mostrato un video di Aracaju a 350 chilometri a nord di San Salvador, scenario della prossima manifestazione.

Ma ecco il quadro conclusivo delle gare che si sono giocate oggi.

I primi “verdetti” sono giunti in mattinata dalla categoria “Squadre Scolastiche”, che ha opposto i team vincitori dei rispettivi campionati nazionali scolastici: sia tra i ragazzi che tra le ragazze si sono imposte le squadre del Brasile.

Nell’ultima gara maschile, si è imposta la Cina, con un comportamento tattico più sapiente che è prevalso sulla esuberanza atletica dei Brasiliani. 2-0 (21-12, 21-15) il punteggio finale per gli orientali

Nonostante la sconfitta, però, si è l aureato campione del Mondo il Brasile 1, formato da Daniel Martins (14 anni –gioca nelle giovanili del Botafogo) e William Bruno (15 anni – atleta del Fluminense), entrambi di Rio de Janeiro. La squadra, infatti, prima dell’ultima partita aveva 6 punti di vantaggio in classifica e si è meritata il gradino più alto del podio.

Meritato secondo posto, per il team cinese formato da Tao Huan Liu e Zeng Bi Xing.

Gli azzurrini (Francesco Armiento e Massimo Esposto), si sono classificati terzi: non hanno demeritato, giocando alcune partite di grande livello tecnico, ma sono ancora sulla strada della maturazione atletica.

A chiudere la classifica, Francia e Germania.

In campo femminile, buona tecnica e preparazione fisica anche per le ragazze “carioca”, Duda Lisbon (15 anni) e Ana Carolina (14 anni), entrambe di Aracaju.

Ottime seconde le Italiane (le 14enni Teresa Lupoli e Samanta Pistacchi), che hanno giocato bene per tutto il torneo e hanno messo in mostra buona preparazione atletica, al pari delle Breasiliane.

A seguire, le squadre di Francia, Germania, Liechtenstein e Brasile 2.

Passando alle “Squadre Selezionate” -che hanno completato i propri impegni nel pomeriggio- anche qui confermata la supremazia del Brasile.

Si è partiti con la finale per il primo e secondo posto femminile tra Brasile 1 e Italia 2. Nonostante una grande grinta e forza di volontà, niente da fare per le “azzurre” Irene Enzo (17 anni, Venezia) e Sofia Canini (17 anni, Rimini), che sono state superate per senso tattico e per precisione nei fondamentali dalle due 17enni di Rio de Janeiro Paula Hoffmann e Luisa Domingues, per 2-0 (212-10, 21-14).

Nella classifica, terze le Cinesi e , a seguire, le squadre di Italia 1 e Brasile 2.

Tra i ragazzi, finale entusiasmante tra Brasile 1 e Cina. Sul campo, ragazzi dalla grandi doti atletiche ma la differenza l’hanno fatta soprattutto le qualità tecniche: più evolute quelle dei Brasiliani, più “acerbe” quelle dei Cinesi.

I Cinesi erano partiti in quarta, sorprendendo gli avversari, forse un po’ emozionati. Perso il primo set per 21-19, però, i Brasiliani hanno spinto sull’acceleratore e hanno vinto la seconda frazione per 21-15. Molto combattuto ed emozionante il tie-break decisivo, finito per 18-16 in favore dei “carioca”.

Campione del Mondo, dunque, il Brasile 1 con i 17enni Antonio Carlos e Jonas FIdelis.

Secondi i Cinesi (i pari età Qing Gang Wu e Zong Jing Zhang).

A seguire, le selezioni di Italia 1, Brasile 2 e Italia 1.

Tra le curiosità della giornata, la presenza del Console onorario del Brasile per la Puglia Demetrius Zavoianni e del Sindaco della città di Aracaju (della regione brasiliana del Sergipe) cui appartengono le due campionesse della categoria “Squadre Scolastiche”.

Presente anche il Console onorario di Germania per la Puglia, l’avv. Caterina Calia.

RISULTATI

SQUADRE SELEZIONATE RAGAZZI

1 Giugno, ore 17 BRASILE 1 – CINA 2-1 (19-21, 21-16, 18-16)

CLASSIFICA FINALE PARZIALE

1° BRASILE 1

2^ CINA

3^ ITALIA 1

Fuori competizione BRASILE 2

Fuori competizione ITALIA 2

SQUADRE SELEZIONATE RAGAZZE

1 giugno, ore 16 BRASILE 1 – ITALIA 2 2-0 (21-10, 21-14)

CLASSIFICA FINALE

1° BRASILE 1

2^ ITALIA 2

3^ CINA

Fuori competizione ITALIA 1

Fuori competizione BRASILE 2

SQUADRE SCOLASTICHE RAGAZZI

1 Giugno, ore 11 CINA – BRASILE 2 2-0 (21-12, 21-15)

CLASSIFICA FINALE

1° BRASILE 1

2^ CINA

3^ ITALIA

4^ FRANCIA

5^ GERMANIA

Fuori competizione BRASILE 2

SQUADRE SCOLASTICHE RAGAZZE

1 Giugno, ore 9.30 BRASILE 2 – GERMANIA 0-2 (21-23, 21-23)

CLASSIFICA FINALE

1° BRASILE 1

2^ ITALIA

3^ FRANCIA

4^ GERMANIA

Fuori competizione LIECHTENSTEIN

Fuori competizione BRASILE 2

Stampa questo articolo Invia articolo
1 giugno 2013
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 settembre 2017
MTWTFSS
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
giugno: 2013
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
QR Code Business Card