Bocciatura Legge50&50, Cicolella: “30 consiglieri hanno impugnato il coltello che ha sfregiato le donne pugliesi”

v\:* {behavior:url(#default#VML);}
o\:* {behavior:url(#default#VML);}
w\:* {behavior:url(#default#VML);}
.shape {behavior:url(#default#VML);}

 

“Le donne pugliesi si sentono sfregiate una volta di più nella propria dignità e ancor più gravemente perché ad impugnare il coltello sono stati i consiglieri regionali che hanno bocciato la legge 50&50”. La presidente della Commissione Pari Opportunità Rosa Cicolella esprime “profondo sdegno istituzionale e personale verso quei consiglieri che hanno vigliaccamente approfittato del voto segreto per dimostrare tutta la loro misoginia politica”.

“La volontà di 30 uomini ha pesato più di quelle espressa dagli oltre 30.000 cittadini pugliesi che hanno sottoscritto la proposta di legge popolare per la parità di genere nel Consiglio regionale – continua Cicolella – Gli stessi 30 uomini hanno sbeffeggiato tutti gli organismi di parità della regione, centinaia di associazioni e organizzazioni civiche, migliaia di donne che hanno sfilato per le strade e si sono impegnate volontariamente nell’attività di sensibilizzazione su questo tema decisivo per la democrazia.

Almeno ci avessero messo la faccia! Se avessero rivendicato apertamente le ragioni politiche della loro scelta, avremmo espresso il nostro giudizio negativo ma ne avremmo avuto rispetto umano. L’essersi nascosti dietro il voto segreto ce lo impedisce.

A nome della Commissione, mi appello al presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna e al presidente della Regione Nichi Vendola affinché siano rapidamente verificati gli effetti del voto sulle procedure legislative e amministrative e siano adottate tutte le iniziative utili a riproporre il testo di legge all’attenzione dell’Assise.

Per parte nostra ed insieme a tutti gli organismi istituzionali e civici che hanno condiviso questa battaglia – conclude Rosa Cicolella – organizzeremo quanto necessario a mantenere viva l’attenzione su questo tema di civiltà con l’obiettivo di modificare la legge elettorale regionale prima della fine della legislatura”.

 

72
544×376

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”,”serif”;}

 

Stampa questo articolo Invia articolo
28 novembre 2012
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 novembre 2017
MTWTFSS
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
novembre: 2012
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
QR Code Business Card