Daunia: Le proposte PD per l’agricoltura

La crisi del comparto rischia di cancellare 15.000 imprese in Capitanata Campo: “La latitanza della Provincia aggrava i problemi”

Il Partito Democratico di Capitanata mette in campo “una strategia articolata e complessa per affrontare i nodi che strangolano e frenano l’agricoltura e l’agroalimentare: settori decisivi dell’economia e del lavoro”. Così il segretario provinciale Paolo Campo ha introdotto l’incontro con la stampa a cui hanno partecipato i parlamentari Michele Bordo e Colomba Mongiello, il capogruppo in Provincia Antonio Prencipe e il responsabile del dipartimento Agricoltura Mirko Di Cataldo.

 Le emergenze da affrontare sono il collocamento agricolo e la sicurezza delle aziende.

“La riforma del lavoro ha due elementi fortemente negativi – ha spiegato Colomba Mongiello – l’estensione dei voucher dal lavoro occasionale a quello stagionale e la decurtazione del 27% dell’indennità di disoccupazione agricola: se non contrastati, entrambi produrranno una flessibilità esasperata e la drastica riduzione, quando non l’annullamento, dei diritti alla pensione e all’assicurazione”. La Commissione Agricoltura del Senato, proprio su impulso della senatrice foggiana, ha già chiesto la cancellazione dell’articolo relativo ai voucher e questo pomeriggio discuterà gli emendamenti di modifica delle norme sulla disoccupazione.

Una “azione di sensibilizzazione” sarà promossa da Michele Bordo, componente della Commissione Antimafia, su Prefettura e Ministero dell’Interno, affinché “si comprenda appieno la gravità del fenomeno dei furti di rame, tanto sotto il profilo sociale che economico, e si adottino i provvedimenti necessari a prevenirlo e contrastarlo”. La strutturazione di “incentivi fiscali per l’adozione di strumenti di tutela elettronica delle aziende e dei mezzi agricoli” è l’altro tema posto dal deputato manfredoniano e che “dovrà essere affrontato in sede legislativa non appena ce ne sarà l’opportunità e l’occasione”.

Legalità e occupazione si saldano tra loro quando si affronta la piaga del caporalato. Bordo ha chiesto alla Prefettura “l’adozione di azioni che rendano efficace la rilevanza penale di questa attività”; mentre “i voucher rischiano di essere lo strumento per la sua legalizzazione”, è la denuncia di Mongiello.

Sul piano economico, “si ripropone l’attualità della nostra proposta di costituzione del distretto interprovinciale del pomodoro – ha affermato Mirko Di Cataldo – poiché c’è il serio rischio che non si arrivi alla sottoscrizione dell’accordo interprofessionale sul prezzo e che i produttori non ricavino quanto speso”. Ma la vera emergenza è quella che “si prospetta in assenza di una seria ristrutturazione delle aziende e delle organizzazioni di prodotto: circa 15.000 imprese foggiane rischiano l’espulsione dal mercato, perché inadeguate a reggere la concorrenza”. Esemplare è proprio la vicenda del pomodoro: il costo di produzione in Capitanata è di 8.500 euro per ettaro, che diventano 6.500 a Piacenza e 5.000 in Tunisia: “in assenza di forme di cogestione aziendale e allargamento della base sociale delle O.P., non reggeremo l’urto degli accordi commerciali con i Paesi extra UE e la fine degli aiuti comunitari”.

La Capitanata è penalizzata anche dalla “debolezza istituzionale e dall’indifferenza politica dell’Amministrazione provinciale guidata dalla destra – ha sottolineato Antonio Prencipe – che non è riuscita a tradurre in atti amministrativi alcuna delle numerose e qualificate proposte avanzate anche dal Pd nella Commissione Agricoltura”.

“Una latitanza tanto esemplare quanto eclatante è quella marcata proprio sul distretto del pomodoro – ha concluso Paolo Campo – che ci impegneremo a colmare operando dai banchi della minoranza con la consapevolezza  della necessità di tutelare e rilanciare l’agricoltura e, con essa, il futuro della Capitanata”.

Stampa questo articolo Invia articolo
2 maggio 2012
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 dicembre 2018
MTWTFSS
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456
maggio: 2012
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
QR Code Business Card