Orta Nova: L’Amministrazione attiva i ‘voucher’ per le piccole manutenzioni comunali

Calvio: “Trasformare il bisogno in opportunità di lavoro al servizio della comunità”

Trasformare il bisogno in opportunità di lavoro e partecipazione attiva alla vita comunitaria. E’ l’obiettivo che l’Amministrazione comunale si è posta approvando la delibera con cui sono stati acquistati dall’INPS i ‘voucher’ da utilizzare per compensare i lavori occasionali prestati da chi chiede contributi finanziari a causa della situazione di indigenza in cui si trova a seguito della mancanza di occupazione.

La buona prassi amministrativa è stata presentata alla stampa, questa mattina, dalla sindaco Iaia Calvio e dai consiglieri comunali Antonio Bellino e Antonio Tartaglia.

“Quotidianamente incontro, dentro e fuori il Municipio, gente che chiede un lavoro o un aiuto per compare i libri, pagare le bollette, fare la spesa – ha affermato Calvio – ed è frustrante non avere soluzioni a questi drammi. Altrettanto quotidianamente abbiamo bisogno di piccoli interventi di manutenzione sul patrimonio comunale che non richiedono particolari competenze professionali e drenano risorse finanziarie. Esigenze che abbiamo trovato il modo di coniugare”.

Utilizzando le previsioni normative in materia di lavoro accessorio e dando seguito ad una delibera di Consiglio comunale, la Giunta ha acquistato ‘buoni lavoro’ per un ammontare di 7.000 euro da destinare alla pulizia degli spazi verdi, la manutenzione delle strade, le attività manuali da svolgere in occasioni di eventi. Ciascun ‘voucher’ ha un valore di 10 euro da riconoscere in cambio di un’ora di lavoro: 7,5 euro è la parte retributiva, 2,5 euro quella contributiva e assicurativa. Per l’accesso a questa previdenza bisogna essere: residenti o domiciliati ad Orta Nova, disoccupati da almeno un anno e titolari di un reddito ISEE inferiore o pari a 7.500 euro. Il termine per la presentazione delle domande scadrà il 27 marzo.

“Abbiamo iniziato con 7.000 euro – ha spiegato la sindaco – Poi verificheremo quante domande arriveranno e quali saranno le esigenze che emergeranno per comprendere se e come procedere su questa strada. Intanto proviamo a muovere un po’ il mercato del lavoro locale, ad offrire un’opportunità a chi ne è stato espulso ed ha difficoltà di reinserimento e ad utilizzare più razionalmente i fondi comunali. Soprattutto – ha concluso Iaia Calvio – a restituire a questi miei concittadini la dignità personale e il senso di appartenenza e partecipazione attiva alla vita della comunità ortese”.

Stampa questo articolo Invia articolo
23 marzo 2012
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 ottobre 2018
MTWTFSS
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234
marzo: 2012
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
QR Code Business Card