Cerignola: Casarella (PDL), passo avanti per il Museo di Torre Alemanna

“Approvato il regolamento del museo di Torre Alemanna. Siamo soddisfatti del risultato amministrativo, prima ancora che di quello politico, perché potremo concorrere ad un cospicuo finanziamento tramite un bando europeo”. Così, il presidente della Commissione Cultura del Comune di Cerignola, all’indomani del Consiglio comunale che ha liquidato favorevolmente il disciplinare sul sito di Borgo Libertà. Servirà all’adesione al bando pubblico europeo, indetto dalla Regione Puglia, per la selezione di interventi mirati al rafforzamento ed alla valorizzazione delle rete dei musei pugliesi, nell’ambito del Po Fesr 2007-2013 – Asse Iv – Linea 4.2 – Azione 4.2.1 (Tutela, valorizzazione e gestione del patrimonio culturale).  A questo scopo è destinata la somma complessiva di 25 milioni di euro. Ad ogni progetto sarà riservata una somma massima di 800mila euro.
Alla fine, dopo due ore di accesa discussione in Aula, voto favorevole dal Popolo della Libertà, Udc, UdCap, Pd e Moderati per Tonti. Astenuti, i consiglieri cicognini, che in un primo momento avevano annunciato voto contrario, ma che poi, come spesso accade, al momento di alzare la mano sono restati disorientati dalla momentanea assenza di Franco Metta e hanno espresso parere diverso.
Durante il dibattito proprio dalla Cicogna si stigmatizzava la scarsa conoscenza del bando e del progetto, unitamente al mancato coinvolgimento del Consiglio comunale sulla scelta “strategica” di puntare su Torre Alemanna, in luogo dell’Ex Opera, che in vero è già oggetto di altro recupero e progetto regionale, nel quale è inserito anche il polo museale del grano. “Ascoltando certe opposizioni – ha commentato Casarella in Consiglio – pare che alcuni colleghi si siano scoperti cerignolani al momento della candidatura nel 2010, ignorando totalmente un percorso di decenni che ha portato ad iniziare un recupero del presidio teutonico, un tempo rudere e basta, che oggi ha questa occasione per essere valorizzato e finalmente fatto partire”.  Nessuna preferenza mai discussa, insomma, anche perché “l’attenzione per la programmazione infrastrutturale, finanziata dai programmi europei, per il recupero di Torre Alemanna era nel programma elettorale”, ricorda Casarella. “E ad aprile 2010 – commenta oggi – , è bene che non si dimentichi, abbiamo vinto le elezioni comunali, quindi è normale che proviamo a realizzare quello per cui siamo stati votati. Cosa avremmo dovuto discutere con la Cicogna? Se fare altro? Non mi pare opportuno”.
Quanto al’inopportunità di un progetto per Torre Alemanna, Casarella non ha dubbi: “Stiamo parlando di uno dei più importanti giacimenti di ceramica rinascimentale e moderna della Puglia”.
Importante, verso il traguardo dell’approvazione consiliare, il lavoro svolto dalle commissioni congiunte Cultura-Regolamenti: “Dobbiamo ringraziare il consigliere di minoranza, Gianni Ruocco – riconosce Casarella – per la preziosa collaborazione fattiva. Abbiamo discusso come migliorare un regolamento che è solo un atto propedeutico alla presentazione del progetto nell’ambito del bando europeo. Non siamo chiamati noi consiglieri a stilare né il bando, né il progetto”. Ma il problema, per il 34enne consigliere del Pdl, è altrove: “In Commissione era evidente come dalle opposizioni non si fosse neppure letto l’atto, provando ad improvvisare osservazioni e critiche. Il tutto, finalizzato a bloccare tutto, perché non avendo superato mentalmente la primavera del 2010, non si sopporta che questa maggioranza amministri e metta la firma in calce a certi provvedimenti. Prima si  punta il dito se non si governa, poi quando lo facciamo si cercano vacui pretesti di ostruzionismo”.
Stampa questo articolo Invia articolo
23 marzo 2012
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 ottobre 2018
MTWTFSS
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234
marzo: 2012
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
QR Code Business Card