Foggia: Fit Cisl Foggia – Crisi Amica e Daunia Ambiente

“Aprire al più presto un tavolo di confronto sulle crisi aziendali, rendendo partecipi tutti i soggetti interessati”. Lo chiedono i lavoratori di AMICA Spa e Daunia Ambiente Spa, aderenti alla Fit CISL, che denunciano il profondo disagio in cui versano le società in liquidazione e fallimento”. Dalle ultime assemblee sindacali sono emerse “le gravi difficoltà dei lavoratori nell’ottemperare a qualsiasi forma di finanziamento (mutui, crediti etc.) e le forti preoccupazioni per le difficoltà delle Società nell’assicurare giornalmente i servizi all’utenza”. I lavoratori “invitano tutti i soggetti interessati, a partire dall’organo politico nonché da quello amministrativo, ad assumere, nel rispetto della normativa inerente il ciclo dei rifiuti, decisioni a tutela dei lavoratori e del servizio pubblico. Bisogna porre in essere, nel più breve tempo possibile – è l’appello degli aderenti alla Fit Cisl – tutte le opportune procedure per accelerare l’uscita da questa situazione di stallo da parte delle società, ed in particolare di tutti i lavoratori di Amica e Daunia Ambiente. Tali decisioni non dovranno prescindere dalla definizione di un serio piano industriale che tenga in equilibrio gli aspetti di sviluppo aziendale nonché occupazionali, in particolare attraverso l’efficienza della filiera del ciclo dei rifiuti, rendendo efficienti gli impianti in dotazione e in fase di realizzazione”. A tal proposito, i lavoratori iscritti alla Fit Cisl, non escludendo forme di protesta e lotta a tutela dei propri diritti, hanno investito la CISL e la categoria del compito “di tutelare i livelli occupazionali attraverso un costruttivo confronto con l’Ente proprietario e con tutti i decisori, nel rispetto della normativa e dei contratti collettivi di lavoro, con particolare attenzione alle clausole sociali”. I lavoratori hanno altresì evidenziato “la necessità di adeguare il corrispettivo per l’espletamento dei servizi legati al ciclo dei rifiuti per la città di Foggia, al fine di scongiurare le problematiche verificatesi negli ultimi tempi”. Tutto ciò, proseguono i dipendenti, “anche attraverso una serrata lotta all’evasione sulla tassa dei rifiuti, che consenta di reperire il giusto corrispettivo e fornire un adeguato ed efficiente servizio all’utenza”.

Stampa questo articolo Invia articolo
7 dicembre 2010
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 novembre 2017
MTWTFSS
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
dicembre: 2010
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
QR Code Business Card