Cerignola: VIA LIBERA DEL CONSIGLIO AL PIRP DI PORTA RIVOLESE

Il progetto prevede la realizzazione di un parco pubblico di 6 ettari ed il rifacimento delle case popolari del rione Macello e dei laboratori artigianali, sostituiti da un moderno complesso residenziale e commerciale. Il Sindaco Giannatempo: “Valorizzeremo una delle principali porte d’accesso alla città e risponderemo alle esigenze dei residenti di un quartiere per troppo tempo dimenticato”

E’ passato in Consiglio Comunale il progetto preliminare di realizzazione del parco urbano “Porta Rivolese”, una delle iniziative previste nell’ambito dell’attuazione dei Pirp (Piani integratI di riqualificazione delle periferie. Un progetto ambizioso, quello redatto dal professor Carlo Moccia, del Politecnico di Bari, con il quale il Comune di Cerignola intende partecipare all’Avviso Pubblico della Regione Puglia Delibera n. 2077/2010, e che si sviluppa attraverso due temi: la creazione di una porta d’accesso alla città e una delimitazione tra l’area urbana e la campagna. Sono previsti la realizzazione di un parco pubblico di oltre 6 ettari ed il rifacimento delle case popolari del rione Macello e dei laboratori artigianali di Via Manfredonia, che verranno sostituiti da un armonioso complesso residenziale e commerciale.

A spiegare la filosofia di questo piano urbanistica è l’assessore competente, Francesco De Cosmo, per il quale “quest’opera vuole costituire un ulteriore strumento di valorizzazione delle nostre aree periferiche, trascurate troppo a lungo da chi di dovere. La gente che vive in rioni come Santa Barbara ha bisogno di strutture e servizi in grado di migliorare la qualità della vita, e noi lavoreremo incessantemente in questa direzione, perché nessuno si senta più un cittadino di serie B”. A premere perché l’Amministrazione Comunale prendesse parte alla manifestazione d’interesse erano stati due consiglieri del Pdl, il capogruppo Paolo Vitullo, e Mario Distefano, con un’interrogazione urgente presentata lo scorso 8 ottobre. “L’obiettivo è valorizzare uno dei principali accessi alla città da un arteria importante quale quella di via Manfredonia, l’ex strada provinciale Rivolese –spiega il Sindaco Antonio Giannatempo – e, nel contempo, fornire risposte concrete alle esigenze dei residenti del quartiere, che per troppo tempo sono state dimenticate dalle istituzioni”. Le case verranno sostituite da nuove palazzine e da due grossi edifici di 15 piani, che verranno costruiti ai due lati di via Manfredonia, dove troveranno spazio nuovi appartamenti ed attività commerciali. Per quanto riguarda invece il parco, questo occuperà un’area compresa tra il Macello Comunale e Piazza Santa Barbara e sarà delimitato da due nuove strade. Oltre la “Porta Rivolese” si aprirà una grande piazza, una sorta di agorà definita dagli edifici di progetto insieme agli isolati della città esistente. Nella parte ipogea della piazza saranno ricavati gli spazi di una struttura commerciale media. Il costo totale del progetto è di 45 milioni di euro: di questi, 30 saranno a carico dei privati che vi prenderanno parte, altri 12 a carico dello Iacp (in quanto, come detto, si interverrà su case popolari). I restanti tre milioni di euro saranno spesi dal Comune di Cerignola, che farà ricorso anche ai finanziamenti destinati al rifacimento delle facciate delle palazzine popolari. La superficie complessivamente interessata dall’operazione è di quasi 60mila metri cubi; verranno usate metodologie innovative di edilizia sostenibile. “Il fatto più importante – chiude Vitullo – è che tutto verrà realizzato attraverso una partnership tra pubblico e privato, perché riteniamo che ormai sia questa la formula vincente dei nuovi modelli urbanistici”.

Stampa questo articolo Invia articolo
2 dicembre 2010
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 settembre 2017
MTWTFSS
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
dicembre: 2010
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
QR Code Business Card