Cerignola: via al patto antievasione, firmato l’accordo di collaborazione con l’Agenzia delle Entrate

Il patto anti-evasione conquista un nuovo alleato nell’azione per contrastare l’evasione e recuperare risorse destinate ai servizi per i cittadini. Il Comune di Cerignola ha siglato oggi, infatti, presso la sede della Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate, il protocollo d’intesa che stabilisce le regole della collaborazione in materia di accertamento dei tributi erariali.

Contenuti dell’accordo – L’accordo sottoscritto da Aldo Polito, direttore regionale delle Entrate, dal Sindaco di Cerignola, Antonio Giannatempo, e dall’assessore al Bilancio Nicola Gallo, prevede tre principali strumenti operativi:

– segnalazioni qualificate

– incrocio di dati e informazioni

– percorsi di analisi e ricerca

Punto significativo della collaborazione sono le segnalazioni qualificate, attraverso le quali i due Comuni potranno trasmettere all’Agenzia delle Entrate notizie e circostanze in grado di rivelare, con chiarezza e precisione, comportamenti dei propri cittadini mirati ad evadere le imposte. Ogni comunicazione tra i due enti viaggerà sul canale telematico, così da assicurare riservatezza ed economicità dell’azione amministrativa. I funzionari del Comune, inoltre, parteciperanno a percorsi formativi specialistici erogati dall’Agenzia delle Entrate.

I Comuni acquisiranno al proprio bilancio, grazie alla stipula dell’accordo, il 100% delle somme riscosse a seguito della segnalazione inviata agli uffici dell’Agenzia delle Entrate, come prevede la legge (Dl n. 138/2011).

“La collaborazione tra il nostro Comune e l’Agenzia delle Entrate costituisce un grande passo in avanti nell’azione di contrasto all’evasione fiscale – dichiara il Sindaco di Cerignola Antonio Giannatempo -. Lo scambio continuo di informazioni tra i nostri funzionari e i loro colleghi dell’Agenzia consentirà di stanare più facilmente chi non rispetta le regole“.

“E’ la prosecuzione di un programma di lotta all’evasione fiscale cominciato due anni fa – dice invece l’assessore al Bilancio Nicola Gallo-. Da oggi l’attività si arricchisce con questo accordo, che ci permetterà di recuperare risorse tributarie che vanno anche oltre i soli tributi locali. Per enti come un Comune, i mancati introiti derivanti dall’evasione fiscale significano una riduzione di quelle risorse che servono a finanziare servizi essenziali per tutti i cittadini. Il Protocollo d’Intesa siglato con l’Agenzia delle Entrate serve proprio a modificare uno stato di cose che dequalifica una realtà come la nostra”.

I dettagli dell’accordo sono pubblicati sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate della Puglia all’indirizzo http://puglia.agenziaentrate.it, sotto la voce “Documentazione”.

Stampa questo articolo Invia articolo
13 novembre 2012
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 settembre 2017
MTWTFSS
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
novembre: 2012
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
QR Code Business Card