Foggia: Torna la BookZone di Questioni Meridionali 2013. Tre libri e due docu-film

Si comincia venerdì 26 aprile con Amedeo Letizia: “Nato a Casal di Principe”

questioni_meridionaliLa vita vera a Gomorra, la narrativa bruciante (e bruciata) del Sud, l’impegno civile. È BookZone 2013, l’appendice letteraria di Questioni Meridionali, manifestazione ideata da SpazioBaol e realizzata in collaborazione con la libreria Ubik e la partecipazione di FrontieraTv, Comune di Foggia settore cultura e il gruppo Emergency di Foggia. Tre impegni letterari, arricchiti da una sezione DocuZone con due lavori di cinema documentario in programma. Si comincia venerdì 26 aprile con l’attore e produttore Amedeo Letizia, autore insieme con la giornalista Paola Zanuttini del discusso Nato a Casal di Principe (minimum fax, 2013). Un doppio appuntamento che coinvolge anche gli studenti dell’istituto B. Pascal di Foggia, i quali incontrano nella mattinata di venerdì 26 aprile (ore 11) il vero protagonista della storia narrata, appunto Amedeo Letizia. Un appuntamento incentrato sulla legalità, che vedrà la partecipazione anche del comandante provinciale dei carabinieri di Foggia, il colonnello Antonio Basilicata. In serata, Amedeo Letizia incontra i lettori della libreria Ubik di Foggia, alle ore 18.30. A conversare con lui, Michele Trecca e Sergio Colavita.

Dopo l’incursione nel cuore della camorra, tocca alla narrativa – acre, pungente, viscerale – lasciare il segno, con un autore da queste parti molto apprezzato, ex outsider ormai scrittore di culto per un certo tipo di lettori. Martedì 30 aprile, ore 18.30, alla libreria Ubik, Cosimo Argentina presenta il suo nuovo romanzo, dal titolo Per sempre carnivori (minimum fax, 2013): il libro sulla scuola italiana che non emerge mai dalle cronache ufficiali, in una provincia tarantina di confine da sempre terra d’elezione per i truci racconti dell’autore di Maschio adulto solitario (Manni). Chiude, infine, la BookZone di Questioni Meridionali 2013, martedì 14 maggio, il docente e autore Michele Colucci con il libro edito da Donzelli Le strade del lavoro (scritti sulle migrazioni), incentrato sui testi di Giuseppe Di Vittorio dedicati ai fenomeni migratori: un’attenzione data dal grande sindacalista cerignolano al legame tra lavoro, diritti e migrazioni, riflettendo sullo sfruttamento e sul razzismo (e i razzismi) di ieri e di oggi.

 

Nato a Casal di Principe. Una storia in sospeso (minimum fax, ottobre 2012; pagine 163, € 12,00). Un padre severo e una madre religiosissima; un’adolescenza fra scuole di preti e bravate ai limiti della legalità; poi un fratello fatto scomparire nel nulla, e un altro rimasto ucciso in un misterioso incidente stradale; e il tentativo di sfuggire a un destino di violenza costruendosi una vita diversa. Amedeo Letizia — ex attore e oggi produttore cinematografico — nato e cresciuto a Casal di Principe, il paese campano reso tristemente celebre dalle guerre di camorra, sceglie di esorcizzare il suo passato raccontando e mostrando a una giornalista di Repubblica come si vive davvero a «Gomorra». Non è un libro di denuncia né un’inchiesta: è la storia di una famiglia italiana in una scheggia di Italia che si preferisce demonizzare piuttosto che capire, il racconto di una giovinezza fatta di entusiasmi e frustrazioni del tutto normali, ma pervertiti dal contatto con la criminalità; è una storia senza eroi e senza mostri, una testimonianza di vita vissuta che non pretende di dare risposte, ma vuole sfatare i pregiudizi e i luoghi comuni per rimettere al centro l’umanità, universale e palpitante, dei suoi protagonisti.

Amedeo Letizia. Nato nel 1966, ha cominciato la sua carriera nello spettacolo come attore in tv (interpretava il personaggio di Gigi nel telefilm I ragazzi del muretto), al cinema e in teatro. Dal 1998 è diventato produttore cinematografico; tra i film che ha prodotto: Il consiglio d’Egitto (vincitore di tre Globi d’Oro e un Nastro d’Argento) e Il resto di niente (vincitore di un David di Donatello e candidato a cinque Nastri d’Argento), per il quale ha vinto il Premio Franco Cristaldi come miglior produttore al Taormina Film Fest.

Stampa questo articolo Invia articolo
24 aprile 2013
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 agosto 2017
MTWTFSS
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031123
aprile: 2013
L M M G V S D
« Mar   Mag »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  
QR Code Business Card