Foggia: Appuntamento con Gianrico Carofiglio – Presentazione de “Il silenzio dell’onda”

Venerdì 11 novembre, ore 18.30. Spazio live della Libreria Ubik di Foggia. In mattinata, ore 11.00, l’autore incontra gli studenti del Liceo V. Lanza

“Mi piaceva molto surfare, anche se non riesco a ricordarmi la sensazione”. Una frase apparentemente senza risvolti, sfuggita al protagonista durante una delle sue sedute psichiatriche. Eppure, per nulla casuale. Il creatore dell’avvocato Guido Guerrieri dà vita ad un nuovo, originale personaggio, Roberto Marias, di professione fantasma. È l’ultimo romanzo di Gianrico Carofiglio, ospite di punta nel mese in cui la Libreria Ubik di Foggia festeggia i suoi quattro anni, in programma venerdì 11 novembre alle ore 18.30. L’autore barese, tradotto in 24 paesi e ormai tra gli scrittori più amati d’Italia, presenta il suo libro Il silenzio dell’onda, pubblicato ad ottobre 2011 dalla casa editrice Rizzoli, la stessa del brillante saggio La manomissione delle parole. Conversa con Carofiglio, la giornalista Alessandra Benvenuto. Introduce il direttore artistico Michele Trecca.
Nella mattinata di venerdì 11 novembre inoltre, l’autore incontra gli studenti del Liceo classico V. Lanza, ospite degli Incontri Extravaganti ideati e condotti dalla docente Mariolina Cicerale, responsabile degli eventi culturali della scuola foggiana. L’appuntamento è nell’aula magna del liceo, a partire dalle ore 11.00. Partner dell’incontro, anche l’Università degli Studi di Foggia, rappresentata dai docenti Antonello Bellomo, professore di Psichiatria, e Gianpaolo Impagnatiello, professore di Diritto Processuale Civile. Previsti i saluti del dirigente scolastico Giuseppe Trecca.

Il silenzio dell’onda (Rizzoli, ottobre 2011; collana: Scala Italiana; 300 pagine, rilegato; 19 €). Una storia originale, struggente, dominata dalla dimensione del sogno e dai sentimenti. Dalla città di Bari degli ultimi romanzi ci si sposta in una Roma fatta di strade e di misteri, da scoprire durante lunghe passeggiate. Di poliziesco però, questa vicenda ha forse solo uno dei suoi protagonisti, cui si fa presto ad affezionarsi: Roberto, ex sottoufficiale dei carabinieri in congedo, ex agente sotto copertura, e al cospetto di uno psichiatra al quale, alla fine di ogni seduta, non sa mai se aggiungere qualcosa o se sollevarsi per aver taciuto il resto. La sua vita però, ad un tratto si intreccia con una donna in fuga dal suo passato e con un bambino in fuga dalla realtà, tra sogni e incubi. Tre vite intense, incrociate, intercettate tra loro, per il nuovo, attesissimo romanzo di un grande protagonista della narrativa italiana.

Gianrico Carofiglio. Magistrato antimafia a Bari fino al 2008, senatore, dal 2002 si dedica alla scrittura, con ottimi risultati. Numerosi i riconoscimenti avuti per i romanzi che hanno per protagonista il celebre Guido Guerrieri. Ad occhi chiusi (Sellerio, 2003) è stato eletto miglior noir internazionale dell’anno. Per Rizzoli, si ricordano Il passato è una terra straniera, il graphic novel Cacciatori delle tenebre, e il saggio La manomissione delle parole (2010). È uno degli autori italiani più tradotti all’estero.

Stampa questo articolo Invia articolo
10 novembre 2011
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 novembre 2017
MTWTFSS
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
novembre: 2011
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  
QR Code Business Card