Celenza Valfortore: “Natale in casa Daunia”

Per la mostra itinerante, il presepe realizzato nel monastero di San Nicolò Alla quarta edizione del premio parteciperanno 17 comuni dei Monti Dauni

A “Natale in casa Daunia”, mostra itinerante dei presepi organizzata dalla Provincia di Foggia, Celenza Valfortore parteciperà con un presepe realizzato all’interno di un’antichissima chiesa del monastero di San Nicolò. Nel 2009, la rappresentazione della natività allestita dai celenzani si classificò al secondo posto. Quest’anno, la bellezza dell’opera posta nel complesso monumentale sarà messa a confronto con i presepi di altri 17 paesi dei Monti Dauni.

“Natale in casa Daunia” prenderà il via sabato 11 dicembre. I presepi potranno essere visitati fino al 17 gennaio 2011. Il lavoro che sarà esposto a Celenza Valfortore ha un titolo significativo: “Un presepe, la nostra storia”.

“Il presepe sarà allestito in una cornice storica molto importante per il nostro paese, vale a dire in un’antica chiesa che si trova all’interno del complesso di San Nicolò – dichiara il sindaco di Celenza, Francesco Santoro – Alla realizzazione dell’opera contribuiranno tutti gli artigiani del posto, perché il presepe vorrà riprodurre proprio gli antichi mestieri e le usanze del nostro paese in uno scorcio paesaggistico del nostro bellissimo territorio”. Il Complesso monumentale di San Nicolò (ex monastero delle Clarisse), inagibile dal 2002 a causa del terremoto, è stato ristrutturato e riconsegnato alla cittadinanza il 10 agosto scorso.

“Il concorso al quale partecipiamo è importante – continua Santoro – perché mette insieme il meglio dei Monti Dauni, le eccellenze di un territorio che merita di essere scoperto e che le nostre comunità stanno cercando di valorizzare e promuovere facendo sistema, creando un network di eventi come questo capaci di gettare una nuova luce sulle straordinarie potenzialità dell’entroterra foggiano”. Per valutare tutti i presepi che parteciperanno al concorso, la giuria terrà conto di 20 parametri riguardanti la tecnica di realizzazione, l’originalità dell’opera e la capacità della stessa di mettere in evidenza usi e costumi delle tradizioni di ciascun paese. La quarta edizione di “Natale in casa Daunia”, dunque, si caratterizzerà ancora una volta come un percorso, un itinerario attraverso i sentieri dell’arte sacra, alla scoperta dei borghi medievali delle Capitanata dove il sentimento religioso è da sempre portatore di valori e bellezza.

Celenza Valfortore, che solo da pochi mesi ha visto restituire all’agibilità le sue chiese più importanti, è una tappa importante nella memoria storica, religiosa e culturale dei Monti Dauni e dell’intera Capitanata.

Stampa questo articolo Invia articolo
6 dicembre 2010
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 dicembre 2018
MTWTFSS
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456
dicembre: 2010
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
QR Code Business Card