Foggia: Riformare la Chiesa, si può? Risponde Monsignor Casale

L’arcivescovo emerito presenta il suo ultimo libro. Martedì 16 novembre, ore 19.00. Sala eventi Libreria Ubik di Foggia Ospiti, Don Michele De Paolis e Geppe Inserra. Modera Elvira Zaccagnino

Uscire in campo aperto. A chiederlo, alla Chiesa, ai cristiani e alla società civile, è Monsignor Giuseppe Casale nel suo ultimo discusso e apprezzato pamphlet. Martedì 16 novembre, ore 19.00, l’arcivescovo emerito della diocesi Foggia-Bovino presenta il suo libro, Per riformare la Chiesa (la meridiana, 2010), in un incontro dibattito con i lettori della Libreria Ubik di Foggia. Prendono parte all’evento, il noto padre salesiano Don Michele De Paolis, fondatore della comunità Emmaus, e il dirigente della Provincia di Foggia Geppe Inserra. Introduce e modera, Elvira Zaccagnino, presidente della casa editrice pugliese che ha pubblicato il testo di Monsignor Casale.
Per riformare la Chiesa – appunti per una stagione conciliare (edizioni la meridiana, 2010). Giungere preparati all’appuntamento con la storia prendendo piena consapevolezza che è il presente il tempo in cui si deve intervenire. Come? Con una nuova stagione conciliare. Monsignor Casale propone questo, rivolgendosi ad una Chiesa non dogmatica e ad una società cristiana e laica libera da pregiudizi, ma ancora tutta da ascoltare. È il confronto aperto, sulla scia del Concilio, l’unica strada realmente percorribile. Diverse sono le questioni affrontate dall’arcivescovo e pensatore cattolico, il quale discute e interpreta temi con i quali non sempre l’istituzione ecclesiastica ha voluto misurarsi. Non solo la pedofilia, ma anche le discriminazioni, il mondo omosessuale, l’eutanasia e il diritto alla vita, senza tralasciare importanti casi di cronaca, ciascuno oggetto di analisi da parte dell’intellettuale cattolico. Sino ad arrivare alle secolari questioni legate al divorzio, al mondo laico e alla “Chiesa povera tra i poveri”, com’è il titolo di uno dei capitoli più appassionati del libro.
Monsignor Giuseppe Casale. Nato a Trani nel 1923, nominato vescovo da Paolo VI, ha esercitato il suo ministero nella diocesi di Vallo della Lucania e poi di Foggia-Bovino. È stato insegnante di Storia ecclesiastica nei seminari regionali di Chieti e Molfetta, figurando poi tra i rinnovatori della catechesi italiana in qualità di collaboratore con l’Ufficio Catechistico Nazionale nel periodo in cui si elaborò il così denominato “Documento Base”. Oggi, arcivescovo emerito, è una delle voci più lucide e attente della Chiesa italiana, convinto sostenitore di una nuova stagione conciliare.

Stampa questo articolo Invia articolo
12 novembre 2010
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 settembre 2018
MTWTFSS
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
novembre: 2010
L M M G V S D
« Ott   Dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  
QR Code Business Card