Oggi, martedì 25 maggio, ore 19.00. Ritorna la rassegna “Susususud”.

La parola a un prete scomodo: Don Michele De Paolis

Vivere con gioia e libertà la propria fede. Comprendere l’utilità del diritto canonico senza esserne adoratore. Rispettare l’Autorità Ecclesiastica, ma non rinunciare alla propria coscienza. È il ritratto di un “prete scomodo”. O, più semplicemente, di Don Michele De Paolis. Martedì 25 maggio, alle ore 19.00, nella sala eventi della libreria Ubik di Foggia ritorna Susususud, rassegna dedicata al Meridione e alle sue storie. Ospite dell’incontro, il protagonista del libro che porta il suo nome e che s’intitola Caro Don Michele… – domande a un prete scomodo (Edizioni La Meridiana, 2010). Con lui, le voci che lo hanno intervistato, rendendo possibile quello che è stato definito come “il racconto di una vocazione, di una Chiesa conciliare del Sud e di una straordinaria esperienza sociale”. La psicologa e terapeuta Enza Paola Cela, l’educatore e operatore sociale Paolo Delli Carri e la studentessa Chiara Leone. Conversa con Don Michele e con gli autori del libro, la giornalista Alessandra Benvenuto.

“Mi piace tanto la bellissima preghiera allo Spirito Santo di don Tonino Bello: Donaci la gioia di capire che tu non parli solo dai microfoni delle nostre Chiese. Che nessuno può menar vanto di possederti. E che, se i semi del Verbo sono diffusi in tutte le aiuole, è anche vero che i tuoi gemiti si esprimono nelle lacrime dei maomettani e nelle verità dei buddisti, negli amori degli indù e nel sorriso degli idolatri, nelle parole buone dei pagani e nella rettitudine degli atei”. È il parere di Don Michele De Paolis, sacerdote salesiano di 89 anni. Una voce libera all’interno di un’istituzione, la Chiesa, da sempre oggetto di profonde discussioni, tra difese a oltranza e attacchi mai troppo leggeri, in un momento storico di particolare importanza. Le sue parole, la sua visione, la propria esperienza vissuta “nel cantuccio insignificante di Foggia”, come ama dire parlando del posto che occupa all’interno della Chiesa. Un sacerdote che non ha paura di alzare la voce, soprattutto in quei momenti in cui il silenzio sembra essere quello dei colpevoli.

Fonte: Ubikfoggia.it

Stampa questo articolo Invia articolo
25 maggio 2010
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 luglio 2018
MTWTFSS
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
maggio: 2010
L M M G V S D
    Giu »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
QR Code Business Card