Cerignola: fermato diciottenne cerignolano per rapina in concorso perpetrata ai danni della B.P.M. di Ascoli Satriano

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cerignola hanno individuato uno dei presunti autori, M. A., classe 1993 incensurato di Cerignola, della rapina ai danni della BPM di Ascoli Satriano consumata la mattina del 14 novembre 2011.
I Carabinieri sono stati allertati intorno alle 09.15 a seguito di una chiamata al 112 che segnalava l’avvenuta rapina – ad opera di alcuni malfattori – ai danni della filiale di Ascoli Satriano della Banca Popolare di Milano. Sul posto giungevano immediatamente i Carabinieri della locale Stazione e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cerignola. Dai primi accertamenti esperiti sul posto, i militari appuravano che pochi minuti dopo l’apertura della Banca, un giovane dal volto travisato, aveva fatto irruzione nell’Istituto di credito. Una volta all’interno della banca il giovane, con mossa fulminea, aveva scavalcato il bancone e si era fatto consegnare il denaro presente nelle prime due casse in quel momento aperte pari a circa 2.500 Euro. Mentre il rapinatore si faceva dare il denaro, un altro complice cercava inutilmente di entrare all’interno della banca battendo con pugni e calci contro la bussola, nel frattempo bloccata, posta all’ingresso. Presi i soldi il giovane scavalcava nuovamente il bancone e guadagnava l’uscita dall’Istituto di credito Ascolano. L’intera operazione è durata meno di due minuti. I Carabinieri hanno sentito sul posto i cassieri ed i dipendenti in servizio presso la banca ed i pochi clienti presenti in quel momento; hanno repertato, inoltre, alcune tracce lasciate dal malvivente sul bancone ed, infine, visionato le registrazioni delle telecamere dell’impianto di videosorveglianza di cui la banca è dotata. I militari sono riusciti ad estrapolare alcuni fotogrammi dal filmato da cui si vede il giovane rapinatore all’interno della bussola mentre indossa in testa una calzamaglia di colore nero. Acquisita l’immagine gli investigatori l’hanno confrontata con tutte quelle in loro possesso delle persone di interesse operativo dei comuni limitrofi e sono arrivati ad identificare uno dei presunti autori della rapina in M.A., diciottenne cerignolano. Riconosciuto l’autore della rapina, nel primo pomeriggio, si sono appiattati nei pressi della sua abitazione nel centro abitato di Cerignola dove l’hanno visto arrivare dopo pochi minuti. Il ragazzo immediatamente riconosciuto dai militari è stato accompagnato in caserma. Qui hanno confrontato nuovamente le immagini estrapolate dall’impianto di videosorveglianza con il ragazzo fermato e non hanno avuto dubbi nell’identificarlo nel rapinatore della banca di Ascoli Satriano. Nelle disponibilità del giovane è stata rinvenuta la somma di 120 Euro ritenuta parte del provento della rapina e per questo sottoposta a sequestro penale. Stante l’evidenza dei fatti i militari sottoponevano a fermo di polizia giudiziaria il M.A. ritenendolo responsabile di aver perpetrato la rapina ai danni della Banca Popolare di Milano in concorso con altri complici al momento ignoti. Dell’attività di polizia giudiziaria è stato informato il Sostituto Procuratore della Repubblica di turno presso il Tribunale di Foggia che ha disposto la traduzione della persona fermata presso la casa circondariale di Foggia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Foggia non ha convalidato il fermo ma ha emesso contestualmente, considerati i gravi indizi di colpevolezza raccolti dai Carabinieri, la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti del giovane. Sono in corso ulteriori indagini dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Cerignola per identificare gli altri complici.

Stampa questo articolo Invia articolo
17 novembre 2011
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 settembre 2017
MTWTFSS
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
novembre: 2011
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  
QR Code Business Card