Daunia: Riforma IZS – lettera aperta del dottore veterinario Angelo Castelluccio al presidente dell’IZS di Puglia e Basilicata.

Gentile direttore,

ho letto con attenzione la nota di risposta del presidente dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e Basilicata, che ha sede nella nostra città, all’interrogazione puntuale del consigliere regionale Antonio De Caro sullo stato dell’arte dello stesso istituto e ritengo utile esprimere alcune valutazioni.

Partendo dalla masseria a cui fa riferimento il  presidente: probabilmente si tratta di un immobile di sua proprietà.

L’IZS di Foggia è stato il fulcro della ricerca e della scienza veterinaria, permettendo  alle Regioni Puglia e Basilicata di essere all’avanguardia nella tutela del patrimonio zootecnico e di rappresentarne un punto di riferimento imprescindibile per qualsiasi attività di profilassi e pianificazione degli interventi di salvaguardia della sanità animale e della salute umana.

Tutto questo, non me ne voglia il presidente , fino al suo arrivo.

L’IZS ha accolto professionisti e ricercatori eccelsi ed amministratori seri e motivati. Colleghi che sono stati gratificati e riconosciuti anche a livello accademico, come il professor Vezio Puccini (parassitologo di fama mondiale) o Tommaso Corsalini (docente di malattie infettive all’Ateneo di Bari), e grandi uomini di scienza come il professor Sobrero o il professor Battelli.

Anche io, insieme a generazioni intere di veterinari, mi sono formato alla corte della scienza veterinaria dell’Istituto Zooprofilttico di Foggia e al cospetto di veri maestri. Questo, non me voglia il presidente, fino al suo arrivo.

Noi nelle masserie ci siamo andati, ma dopo avere imparato all’IZS ciò che serviva sapere per affrontare adeguatamente profilassi ed eradicazione di malattie storiche come il carbonchio ematico, l’afta epizootica e tante altre di cui il presidente, probabilmente, non conosce neanche la denominazione. Ciascuna di queste patologie animali è stata affrontata sul campo, in quelle masserie dove personalmente ho trovato più dignità, decoro e rispetto per la professione veterinaria di quanto ne dimostra il presidente.

A tutela del proprio onore, farebbe bene ad evitare paragoni bucolici.

Avremmo apprezzato il suo lavoro all’IZS se l’avesse ricondotto ai fasti riconosciuti quando era “la masseria” che lei dice fosse. Invece, la debolezza e la miopia della politica, compresa quella espressa dal partito in cui milito, poteva permettere una situazione di questo genere. E’ questa politica che il presidente ed il consiglio di amministrazione non rinnovato da tempo immemore devono ringraziare per la poltrona su cui siedono immeritatamente.

La invito, signor presidente, a compiere un solo atto utile: apporre la firma delle sue dimissioni sul libro che narra la storia del nostro nobile Istituto. Noi veterinari cercheremo di dimenticarLa prima possibile.

Dr. Angelo Castelluccio

Medico Veterinario

Ordine dei Medici veterinari della provincia di Foggia – n. 252

Stampa questo articolo Invia articolo
25 novembre 2010
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 settembre 2017
MTWTFSS
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
novembre: 2010
L M M G V S D
« Ott   Dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  
QR Code Business Card