Manfredonia: Firmato il Protocollo Operativo tra l’Ambito Territoriale ed i sindacati

Avanza il processo di partecipazione, di cittadini ed associazioni, alla costruzione di una rete locale di servizi

E’ avvenuta in questi giorni la firma del Protocollo Operativo, tra l’Ambito Territoriale comprendente i comuni di Manfredonia, Monte Sant’Angelo, Mattinata e Zapponeta, e le organizzazioni sindacali confederali provinciali e comunali, CGIL, CISL, UIL ed i sindacati dei pensionati, SPI CGIL, FNP CISL, UILP UIL. Un importante passo avanti nel processo di partecipazione dei cittadini, singoli ed associati, alle diverse fasi di costruzione della rete locale dei servizi.

Sulla base della relazione predisposta dal dirigente del V Settore, dott.ssa Maria Sipontina Ciuffreda, l’Assessore alla “Solidarietà, cultura e politiche giovanili” Paolo Cascavilla, ha proposto, nel corso della Giunta Comunale del 5 luglio 2011, il Protocollo in questione che asseconda il Piano Regionale delle Politiche Sociali nel fornire obiettivi ed indirizzi per una governance responsabile con riferimento ai processi di innovazione degli assetti istituzionali, organizzativi e gestionali.

Già in data 2 febbraio l’Assessore Cascavilla ha incontrato gli esponenti delle organizzazioni sindacali summenzionate e gli stessi hanno sottolineato la necessità di sviluppare in modo più organico le relazioni ed i rapporti. Il professor Paolo Cascavilla ha accolto di buon grado le istanze sindacali e ha predisposto una bozza di protocollo operativo che stabilisce quali siano gli impegni reciproci da assumere e mantenere. Questo stesso documento è stato sottoposto all’attenzione dei sindacati che hanno fatto pervenire, successivamente, alcune osservazioni che sono confluite in quello che è il documento finale.

Il Protocollo sottoscritto da tutti i sindacati confederali provinciali e comunali, indicati sopra, è estremamente particolareggiato e riconosce come fondamentale la concertazione nonché il ruolo dei sindacati e del terzo settore. Nello stesso si auspica la costituzione di una cabina di regia tra Ambito e sindacati per la valutazione dei servizi, la verifica delle risorse, lo stato di attuazione della programmazione, oltre che la progettazione di nuovi interventi. Si ribadisce la necessità di investire sulla formazione continua dei dipendenti dei Servizi Sociali e sugli operatori della rete del terzo settore, in modo che i primi affrontino con consapevolezza le dinamiche della programmazione e la progettazione dei servizi ed i secondi, invece, divengano parte fondamentale nei processi di programmazione dell’offerta, di gestione delle risorse e di erogazioni delle prestazioni.

Riveste la giusta importanza anche le scelte di sostenere l’assistenza domiciliare attraverso un pacchetto personalizzato di interventi ed opportunità e quella di potenziare l’integrazione sociosanitaria attraverso il coinvolgimento dell’Asl ed in particolare dei Medici di Medicina Generale e dei Pediatri di libera scelta.

Nel protocollo si riconosce la bontà del contributo delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale ai fini della costruzione di un programma di azioni a contrasto della solitudine e dell’isolamento, attraverso il coinvolgimento di tutti i soggetti che sono attivi nel territorio, fermo restando che è preferibile attivare azioni che non obbediscano a logiche assistenziali, ma si fondino sulla base di diritti.

Notevoli gli obblighi dell’Ambito che si impegna a realizzare una mappatura delle realtà associative operanti nel territorio, indagando sulle reti di sostegno formali e informali alle varie forme di fragilità sociale. Un’indagine necessaria per sviluppare azioni e programmi di comunità condivise, coinvolgendo sindacati, leghe dei pensionati, patronati. Sarà l’Ambito stesso a creare un sistema informatizzato di tutti i servizi, strumento di lavoro per gli operatori e servizio, oggi essenziale, di informazione e di trasparenza, oltre ad una “Carta dei Servizi” per far conoscere tutte le opportunità che offre il territorio, per regolare le norme di accesso, i tempi di attesa.

Si è ravvisata, infine, la necessità che i Comuni dell’Ambito prestino maggiore attenzione al tema dell’evasione fiscale e tariffaria per perseguire una maggiore equità, in considerazione delle minori risorse che affluiscono nelle casse comunali per i tagli del Governo ai trasferimenti agli Enti Locali. Per la stessa ragione si riafferma la necessità di salvaguardare il più possibile il potere di acquisto delle pensioni e dei salari, valutando l’ipotesi di prevedere tariffe agevolate e differenziate in rapporto alle possibilità economiche degli anziani e dei cittadini tutti con l’applicazione generalizzata del sistema di valutazione ISEE e definendo un minimo vitale sotto il quale i cittadini-utenti sono esentati.

Si può affermare, in definitiva, che il Protocollo si muove nell’ottica di una governance responsabile e in linea con il sistema regionale di welfare che, a detta dell’Assessore Cascavilla “si configura come un sistema a responsabilità condivise, che necessita dell’intervento coordinato dei diversi attori istituzionali e sociali presenti sul territorio per esprimere in modo efficace le capacità di risposta alla domanda di servizi dei cittadini. Ognuno di questi attori ha responsabilità precise e deve esercitare in modo leale e collaborativo la propria funzione, con l’obiettivo comune di contribuire allo sviluppo e al corretto funzionamento del sistema locale di servizi sociali e sociosanitari”

Stampa questo articolo Invia articolo
28 ottobre 2011
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 novembre 2018
MTWTFSS
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
ottobre: 2011
L M M G V S D
« Set   Nov »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
QR Code Business Card