Cerignola: presentazione di “Feel”, la nuova mostra del cerignolano Giuseppe Amorese

Giuseppe Amorese - Inside FrontDue anni dopo la sua ultima mostra a Cerignola, Giuseppe Amorese torna ad offrire le proprie opere alla sua città natale. Sarà Palazzo Coccia ad ospitare la sua nuova mostra, intitolata “Feel”, da sabato 30 marzo a domenica 7 aprile. Oltre alle sue tele, sempre di grandi dimensioni, verranno esposti nuovi lavori su carta (olio su carta) e il gioiello “Heart, la passione da indossare” che un anno fa ha realizzato e presentato in esclusiva a Cerignola. La mostra, curata da Giovanni Morabito, della “Galleria Monogramma” di Roma, verrà inaugurata sabato prossimo alle 20 e sarà visitabile tutti i giorni, escluso il giorno di Pasquetta, dalle 18 alle 21.30.

“Quella di Giuseppe è una personalità sensibile ed impetuosa, che traspare e deborda  nelle sue opere e  nei sentimenti senza soluzione di continuità – così il gallerista Giovanni Morabito presenta il 29enne artista cerignolano, che attualmente svolge la sua attività artistica a Roma -. Le sue opere vengono condizionate da questo suo egocentrismo, molto utile alla sua arte e, in virtù di questo, assumono una perentorietà matura e consapevole. Debordante figurazione o fluido figurativo, in Giuseppe Amorese artista convivono dualismi paradossali. E quando la natura si riappropria del selvatico affetto dai simbolismi posticci, il vigore animale viene restituito intonso alla selva originaria. In fondo questa metafora che l’artista consuma da sempre come un criceto irrequieto nella gabbia inseguendo sogni di libertà, sono la trasposizione del sogno per la maggior parte di noi. Amorese ne è interprete cosciente”.

“Giuseppe Amorese è un giovane artista che si sta affermando in tutta Italia e all’estero ma che non dimentica la terra, la sua terra, che lo ha ispirato – dice il Sindaco Antonio Giannatempo -. La sua nuova mostra sarà l’ occasione di ammirare opere nelle quali riesce ad esplicare la sua originalità e la sua sensibilità riproducendo in modo non convenzionale tutto il mondo che lo circonda, esplorato nei suoi aspetti più nascosti ed intimi. Ciò avviene mediante l’utilizzo di tecniche visive in grado di calamitare l’attenzione anche dei profani. Vale dunque la pena gustare le sue tele. E’ un modo per promuovere e valorizzare uno dei migliori talenti di un territorio che ha infinite potenzialità in tutti i campi. Possiamo contare su tanti ragazzi in gamba, è nostro dovere sostenerli”.

Stampa questo articolo Invia articolo
26 marzo 2013
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 novembre 2017
MTWTFSS
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
marzo: 2013
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
QR Code Business Card