Foggia: COMING-FEST, il “Primo Maggio” antiracket

coming fest FoggiaArriva anche in quel di Foggia un’iniziativa di tutto rispetto: il primo maggio Anti-Racket, con un’invitante scaletta atta a dimostrare che quel giorno sarà un gran giorno sotto tutti i punti di vista . Sul palco della Masseria Sant’Agapito si esibiranno, infatti, artisti come:

– OHM

– SHOE’S KILLIN’ WORM

– LACOSMICA

– STEREOFAB

– PSILOCIBE

– MICROPHONES KILLARZ (LUSTRO, K9, TOTO’ NASTY)

– FAVONIO

– EL PELIGROSO CON SUS CAMPESINOS (PSEUDOFONIA) + UNZA UNZA BAND

E ultimi, ma non ultimi:

– I DJ DEL SABOTAGE: Meno, Zaio, Eddie Herr, Toolie.

Quel che stupisce è che l’idea provenga dal ‘basso’ e non, come si potrebbe facilmente ipotizzare, dai piani alti del Comune di Foggia.
Pietro Nardella, un ragazzo come tanti che ha compiuto i suoi studi nella metropoli di Milano, ma che non ha mai tagliato il cordone ombelicale con quella che è stata la culla dei suoi sogni di infante, la sua città natale, quella che ‘’ho tanto amato, ma che mi ha inferto ferite quasi letali nel momento in cui mostrava la sua espressione peggiore’’.
Però Pietro non ci sta, non si arrende e, a differenza di tanti che abbandonano Foggia al suo degrado, prende la rincorsa e si lancia senza paura, affronta a viso aperto il mondo del Racket, la Mafia.

(Antonio Colasanto e Pietro Nardella. Organizzatori del Coming Fest)

(Antonio Colasanto e Pietro Nardella. Organizzatori del Coming Fest)

Noi di Daunia.info abbiamo avuto l’onore nonché il piacere di poter parlare con questo giovane ingegnere neolaureato e con il co-organizzatore et amico di sempre, Antonio Colasanto.

F. C.: Allora, Pietro, innanzitutto auguri per il traguardo che hai appena raggiunto. Raccontaci un po’ di te, come ti è venuta in mente questa splendida idea?

P.N.: Grazie mille per gli auguri, la laurea è un’emozione indescrivibile. Comunque, brevemente i passaggi sono stati questi: volevamo fare un concertone il primo maggio a Foggia, un pò perchè pigri e non ci andava di spostarci un pò perchè sono anni che il primo maggio in tutta la capitanata si fa poco e nulla. Come ben sai, la prima cosa da fare quando vuoi organizzare questi eventi è cercare finanziamenti da privati, piccoli esercizi, commercianti etc. Così feci un giro di chiamate assurdo, ma nessuno aveva moneta. Un giorno poi contattai su Facebook un commerciante facente parte di una associazione antiracket locale. Mi telefonò e molto garbatamente e velatamente mi fece intendere che soldi per concerti lucrativi non ci sono, gli ultimi soldi del suo esercizio li aveva spesi per aggiustare il cancellone dell’azienda che gli era saltato; successivamente mi ha riferito di far parte di questa associazione. In quel momento mi è venuto in mente di mandare a quel paese tutti i finanziamenti pubblici e privati, e fare un concerto con qualche ospite in meno, ma con più significato. In questo modo è nato il sottotitolo del ‘Coming Fest…musica antiracket’. A tutti abbiamo chiesto una partecipazione gratuita, dagli artisti ai testimonial ai giornali e devo dire che il supporto c’è stato.

F.C.: La punta di diamante della giornata sarà un’artista tutta foggiana, Vladimir Luxuria. Secondo te, il fatto che anch’ella provenga dalla tua stessa realtà, l’ha spinta ad accettare prontamente l’incarico?

P.N.: Sicuramente ha deciso di accettare per via di quel cordone mai reciso. Quando nasci in una città cosi maltrattata, quasi violentata, credo sia inevitabile avere per lei un senso di protezione. Oltretutto questa non è è la prima volta che Vladi sostiene iniziative come questa a Foggia: questo fa capire quanto ancora legata sia ancora alla sua terra.

F.C.: Va bene Pietro, ti ringrazio a nome della redazione per la disponibilità e la tempestività con cui hai risposto alle nostre domande.
P.N.: Grazie a voi!

Ora passiamo a chi, invece, si è occupato dell’aspetto forse più spinoso dell’organizzazione, Antonio Colasanto.

F.C.: Allora Antonio, di te sappiamo che sei un giovane studente di giurisprudenza e che hai appena subito un intervento al ginocchio; ma né gli impegni universitari, né tantomeno  l’infortunio sono riusciti a fermarti. Precisamente, di cosa ti sei occupato in questi concitati giorni di preparazione del Coming Fest?

A.C.: Fondamentalmente mi sono sempre occupato dell’aspetto artistico della manifestazione, ho scovato a mio parere alcune delle migliori band emergenti locali e ho instaurato e curato i rapporti con loro. Inoltre ho mostrato loro l’intento della manifestazione ho poi stilato il comunicato stampa per informare i giornalisti dell’evento ed infine ho curato la pagina web della manifestazione insieme a Pietro.

F.C.: Come dicevamo nella premessa, questo è stato forse l’aspetto più spinoso dell’intera faccenda, specialmente per chi, come te, è alle prime armi. Com’è stato rapportarti a questa realtà e, soprattutto, c’è stato un momento in cui ha pensato di lasciar perdere tutto, oppure è filato tutto liscio come l’olio?

A.C.: No, anzi tutt’altro, purtroppo dal punto di vista economico abbiamo incontrato forti difficoltà anche perchè c’è una forte diffidenza nel finanziare simili eventi; ma grazie alla intelligenza imprenditoriale di Pietro e grazie alla generosità delle band e di Vladimir Luxuria che hanno aderito pro bono alla manifestazione, siamo riusciti nell’intento e speriamo che partorisca i frutti sperati.


F.C.: Grazie Antonio per averci concesso questa breve intervista e tanti auguri di buona guarigione!

A.C.: Grazie a voi.

Queste sono le parole di chi non si è arreso, di ragazzi che, prima di provare a cambiare il mondo, provano a cambiare la propria città. Allora meritano un grandissimo in bocca al lupo per tutto e dei sinceri complimenti per l’iniziativa!

Stampa questo articolo Invia articolo
30 aprile 2013
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 luglio 2017
MTWTFSS
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456
aprile: 2013
L M M G V S D
« Mar   Mag »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  
QR Code Business Card