San Marco in Lamis: a San Giovanni la direzione dell’Ufficio del Piano Sociale di Zona

Villani: “Cera demolisce la città e svende le buone prassi amministrative”

daunia foggia notizie“Dopo i muretti della villa comunale, i palchi storici con relative “casse armoniche” e i tagli selvaggi di alberi continua l’opera di “demolizione” portata avanti dall’Amministrazione comunale con una cecità assoluta che provoca e provocherà danni irreparabili alla nostra città”. E’ il commento di Vincenzo Villani alla notizia del trasferimento da San Marco in Lamis a San Giovanni Rotondo della direzione dell’Ufficio del Piano Sociale di Zona.

“Mi congratulo e auguro buon lavoro alla nuova responsabile dell’Ufficio Rosa Merla, della quale non metto in discussione le qualità professionali – continua Villani, già assessore comunale ai Servizi sociali – ma alcune considerazioni occorre farle per evitare facili entusiasmi e i soliti silenzi di una comunità che continua a subire le scelte arroganti di un’Amministrazione che ha depennato ogni dialogo con la città.

Il sindaco ha prima demolito l’operatività dell’Ufficio di Piano, quello capace di cantierizzare progetti per milioni di euro e realizzare programmi di assistenza sociale che lo hanno portato ad essere punto di riferimento nel welfare pugliese, rimuovendo per pregiudizio Vittoria Gualano; poi ha bloccato per mesi ogni attività dell’Ufficio di Piano, provocando enormi ritardi nella programmazione e causando anche un intervento della Regione Puglia; infine ha messo in moto azioni che hanno delegittimato il lavoro fin qui svolto dallo stesso Ufficio di Piano.

Per calcolo politico e per assecondare l’arroganza del primo cittadino, l’Amministrazione comunale svende l’Ufficio di Piano e contribuisce alla nomina di una nuova responsabile dello stesso, non rendendosi conto che la scelta avalla futuri e inevitabili passaggi di consegne ad altri comuni delle attività dell’Ufficio di Piano, come si può intuire nel comunicato stampa trionfalistico divulgato dal Comune di San Giovanni Rotondo, dov’è impiegata Rosa Merla.

Evidentemente all’Amministrazione comunale sta più a cuore la tutela degli interessi politici del sindaco, intento a flirtare con la giunta sangiovannese dopo aver appoggiato il candidato sindaco del centrosinistra, che quelli del progresso della nostra città.

Il sindaco Cera (con la sua corte di servi beoti) pur di conservare e coltivare il suo potere, regala pezzi della nostra città al migliore offerente, facendosi soffiare la titolarità dell’Ufficio di Piano.

Alla sua elezione aveva promesso progresso e lavoro per i sammarchesi – conclude Vincenzo Villani – ma ha solo demolito muri e tagliato alberi. Ora prosegue la sua opera di demolizione con l’Ufficio di Piano”.

Stampa questo articolo Invia articolo
26 marzo 2012
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 dicembre 2018
MTWTFSS
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456
marzo: 2012
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
QR Code Business Card