Lucera: il Puer Apuliae ignorava gli appelli del papa e continua a cacciare

Federico II sognava Gerusalemme ma teneva i piedi saldamente in Capitanata

Una trattativa, non una guerra: con la diplomazia Federico II riconquistò la Palestina, ma non piacque al papa e la tela della pace venne disfatta. Il pontefice stesso aveva insistito perché il Puer Apuliae conducesse una crociata, ma l’imperatore appulo-svevo aveva fatto finta di niente, continuando a dedicarsi alle cacce e alle occupazioni preferite in quel di Lucera, al riparo da conflitti di religione di dubbio esito. In segreto, però, stava agendo diplomaticamente per regalare Gerusalemme alla Cristianità senza spargimento di sangue. Infatti, conseguì pacificamente l’obiettivo che intere armate cristiane avevano mancato in tante spedizioni sanguinose dopo la vittoria di Saladino.

Tuttavia, la Terrasanta a mezzo servizio coi Musulmani non andava bene al papa, perchè gli islamici non erano stati sconfitti. Federico aveva negoziato libero passo per i cristiani ai Luoghi Santi e portò dal Medio Oriente i fidati mercenari saraceni, che fece alloggiare proprio nella fortezza di Lucera. Da quelle mura, probabilmente, il suo pensiero andava alle sabbie palestinesi: lo Stupor Mundi aveva seguito le tracce della straordinaria e incommensurabile Arca dell’Alleanza. Una scoperta che se realizzata avrebbe fatto riscrivere i libri di storia, mentre a rinnovare quelli di geografia ci pensano oggi due religiosi, il frate minore Mario Cucca e il paolino Giacomo Perego, autori per le Edizioni San Paolo del “Nuovo Atlante biblico interdisciplinare” (124 pagine 25 euro). Completamente rivisto e aggiornato, il  grande volume fa il punto, in poche pagine, sulla ricerca biblica, storica e archeologica rispetto ai diversi libri della Scrittura e si rivolge a quanti vogliono approfondire la conoscenza del mondo biblico attraverso i testi sacri. 24 capitoli, 75 documenti archeologici, 90 mappe, 100 immagini, appendici e indici, insieme a ricostruzioni, documenti, tavole a colori, testi significativi per ripercorrere la Bibbia sul filo della storia, della geografia, dell’archeologia e della teologia. Tanto si è svolto nelle sabbie della Palestina, comprese le vicende mai messe in luce delle tentazioni di Gesù nella sua esistenza terrena, che Enzo Bianchi rivede secondo un percorso biblico, attraverso l’analisi dei brani evangelici, che porta il lettore a scoprire il senso di una lotta spirituale che non si è limitata ad episodi occasionali, ma è durata fino alla prova suprema della croce. Lo fa in volumetto San Paolo, “Le tentazioni di Cristo nei Vangeli”, 64 pag. 5 euro, un “invito a imparare l’arte della resistenza, a riscoprire il momento della prova come esperienza essenziale alla libertà: senza tentazione non c’è libertà”. Come non c’è “felicità senza conversione in tempo di crisi”, secondo la lezione di Gennaro Matino, della Curia napoletana, impartita in un altro libretto San Paolo, “Alla ricerca della felicità”, 64 pag. 5 euro. Inutile cercarla lontano: “il saggio la fa crescere ai suoi piedi”. Alla luce del momento storico odierno, “la conversione è un cambiamento richiesto non solo ai credenti, ma a tutti gli uomini di buona volontà, se si vuole far fronte veramente alla crisi del nostro tempo”. Infine, a presentare e commentare gli aspetti essenziali del cristianesimo: preghiere, sacramenti, comandamenti, è l’arcivescovo di Chieti-Vasto, Bruno Forte, in “La porta della fede. Sul Mistero cristiano”, 128 pag. 11 euro. “Riscoprire i contenuti della fede professata, celebrata, vissuta e pregata, e riflettere sullo stesso atto con cui si crede, è un impegno che ogni credente deve fare proprio”, dice. “Benedetto XVI ha ribadito la necessità per ogni credente della piena conoscenza e consapevolezza del proprio credo. Questo libro si propone di aiutare i fedeli in questo impegno, necessario per aprire sempre più ai cuori la “porta della fede”.

Stampa questo articolo Invia articolo
26 marzo 2012
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 dicembre 2018
MTWTFSS
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456
marzo: 2012
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
QR Code Business Card