Alberona: a gennaio il via alla comunità socio-riabilitativa

Entro il primo mese del nuovo anno, “Villa Rosa” accoglierà i suoi primi ospiti

Entro gennaio 2011, secondo le rassicurazioni giunte dalla Regione Puglia, la comunità socio-riabilitativa “Villa Rosa” di Alberona accoglierà i suoi primi pazienti. Inaugurata lo scorso 27 agosto, la struttura è destinata ad accogliere i disabili che necessitano di assistenza sanitaria di tipo continuativo, sia nelle ore diurne che nell’arco dell’intera giornata, con le modalità della residenza temporanea e di quella stabile. “Villa Rosa”, realizzata nell’ambito del progetto socio-sanitario denominato “Dopo di noi”, può accogliere fino a 12 persone. L’obiettivo per cui è stata concepita è quello di essere struttura di sostegno ai disabili adulti e alle loro famiglie nella costruzione di migliori prospettive di vita e di integrazione. La gestione del progetto è stata affidata al Consorzio Opus e alla cooperativa sociale San Riccardo Pampuri. La comunità socio-riabilitativa di Alberona è il frutto della collaborazione sinergica tra Comune di Alberona, Regione Puglia, Fortore Energia e Ivpc, con un investimento complessivo pari a 400mila euro. All’interno della struttura sarà impiegato uno staff di professionisti altamente qualificati, con un direttore di comunità, un assistente sociale, un educatore, un infermiere, un terapista specializzato nella riabilitazione, cinque operatori socio sanitari e un cuoco. Lo staff sarà coadiuvato dall’equipe del Centro Famiglie San Riccardo Pampuri di Foggia che metterà a disposizione un medico internista, uno psicologo, un sociologo e un avvocato. L’attivazione di una nuova e importante struttura va nella direzione di una maggiore ‘territorializzazione’ dei servizi socio-sanitari, con una più stretta aderenza tra le esigenze specifiche di un’area come quella dei Monti Dauni e l’implementazione di infrastrutture destinate alle fasce deboli delle popolazioni. Proprio ad Alberona, dove una percentuale rilevante dei cittadini è costituita da anziani, l’Amministrazione comunale ha inteso potenziare i servizi socio-sanitari a disposizione della popolazione. Sono state confermate le “Borse Lavoro” destinate ai cittadini in condizioni di svantaggio economico e sociale e, grazie ai fondi messi a disposizione dal Piano Socio sanitario di Zona, ad Alberona sono già stati attivati lo sportello di aiuto psicologico per i bambini e quello per il sostegno alle famiglie. Sempre nell’ambito della programmazione delle politiche sociali, il Comune di Alberona ha attivato importanti misure a sostegno dei portatori di handicap fisici e di chi soffre di disagio psichico.

Stampa questo articolo Invia articolo
16 dicembre 2010
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 novembre 2017
MTWTFSS
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
dicembre: 2010
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
QR Code Business Card