Il popolo dell’acqua scende di nuovo in piazza

Nella giornata del 4 Dicembre ci saranno diverse manifestazioni pubbliche per richiamare nuovamente l’attenzione dei cittadini sulla necessità di mantenere pubblica la gestione dell’acqua.

Da aprile a luglio un milione e quattrocentomila uomini e donne hanno firmato a sostegno dei tre quesiti referendari per la ripubblicizzazione dell’acqua proposti dai Forum italiani dei Movimenti per l’acqua e da una grandissima coalizione sociale raccolta nel Comitato Promotore. Di queste 105 mila sonostate firme di pugliesi

Cittadini che hanno posto la firma per una battaglia di civiltà, per la tutela e l’accesso universale ad un bene comune, contro ogni forma di privatizzazione e consegna al mercato di un bene essenziale alla vita.

Per questo, per non tradire la fiducia e le aspettative della popolazione si chiede la Moratoria: un provvedimento immediato che posticipi le scadenze previste dal decreto Ronchi di tutte le norme che vanno verso la privatizzazione dei servizi idrici e quelle che prevedono la soppressione di tutti gli ATO.

La Puglia è un laboratorio importante: La Regione Puglia e Movimenti per l’Acqua Bene Comune avevano scritto dopo un tavolo tecnico una legge che permettesse la ripubblicizzazione dell’AqP a beneficio di tutti i pugliesi.

Il disegno di legge era pronto già nel dicembre 2009 ed era evidente a tutti che si andava in direzione opposta rispetto all’impianto “privatizzatorio” della legislazione nazionale.

La scorsa Giunta Regionale votò all’unanimità in favore del disegno di legge, facendo una precisa scelta politica.

Tuttavia oggi il disegno di legge non è stato ancora approvato e potrebbe essere congelato.

Chiediamo con forza che venga approvata e applicata tale legge affinché non si mortifichino le aspettative dei 105.000 pugliesi che hanno posto la firma nella campagna referendaria e chiedono un acquedotto pubblico.

Per ribadire con forza che i pugliesi vogliono l’Acquedotto Pubblico e partecipato nella Giornata Nazionale per la Moratoria, i cittadini della Bat dalle 10,00 alle 12,00 di Sabato 4 Dicembre per simbolizzare la cura che da cittadini dobbiamo avere verso acqua come bene comune e una difesa simbolica del bene pubblico verso gli appetiti dei privati ci sarà

“Girotondo Abbraccio” simbolico alla Fontana di Piazza Porta La Barra in Andria
“Girotondo Abbraccio” simbolico alla fontana di Piazza Umberto I a San Ferdinando
sensibilizzazione presso il mercato settimanale a Barletta

Per ricordare che l’acqua ha bisogno delle nostre cure per evitare gli sprechi, e per ribadire il NO di TUTTI alla privatizzazione affinchè rimanga proprietà di TUTTI e non porti economie a pochi, quando venisse privatizzata

– Le manifestazioni si concluderanno con un Presidio sabato 4 dicembre Trani –

Piazza della Repubblica – ore 16

– sarà inoltre presente un banchetto informativo presso l’Arci Carlo Cafiero dalle ore 18,30 per la presentazione del libro “Nonostante Auschwitz” alla quale parteciperanno Silvia Godelli e Maria Campese

Chiediamo alla cittadinanza di partecipare in modo festoso e partecipato

Stampa questo articolo Invia articolo
2 dicembre 2010
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 novembre 2018
MTWTFSS
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
dicembre: 2010
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
QR Code Business Card