Foggia: Il Vangelo della Carità – eredità e impegno della Chiesa

Conferenza stampa di presentazione dell’ultima Lettera Pastorale dell’Arcivescovo della Diocesi di Foggia-Bovino, mons. Francesco Pio Tamburrino

“In questi ultimi anni, con frequenza crescente, le famiglie entrano nel rischio di caduta nella povertà, perché hanno esaurito le scorte di piccoli risparmi accumulati, non riescono a fronteggiare i mutui contratti e le spese ordinarie per la precarietà e, spesso, la perdita del posto di lavoro. I pensionati, se hanno altre risorse oltre il sussidio pensionistico, sono a rischio di povertà”.

È questo uno dei passaggi salienti dell’ultima Lettera Pastorale dell’Arcivescovo della Diocesi di Foggia-Bovino, mons. Francesco Pio Tamburrino, dal titolo “Il Vangelo della Carità: eredità e impegno della Chiesa”.

Il Presule, giovedì 2 dicembre, alle ore 10.30 nella Sala Farina al primo piano del Palazzo Arcivescovile, incontrerà i giornalisti per presentare il volume.

L’Arcivescovo trova nell’ispirazione evangelica, nella riflessione biblica e teologica, le categorie fondamentali e i principi a cui ispirarsi per dare alle azioni di Carità una direttiva più fondata e capace di smuovere le coscienze dal profondo. Una Lettera Pastorale di alto contenuto spirituale e di riflessione donata all’intera comunità ecclesiale.

“Guardando la nostra società – scrive ancora l’Arcivescovo – riteniamo che l’emarginazione prodotta da condizioni economiche precarie, da handicap fisici o psichici, dalla tossicodipendenza, dalle situazioni di emarginazione vissute dai minori e giovani in condizioni di disagio, dalle persone immigrate, in particolar modo da donne immigrate, dagli anziani, siano quelle alle quali dobbiamo prestare maggiore attenzione”.

Un lavoro preciso e dettagliato che prende in esame tutte le situazioni di emarginazione che Foggia vive, ma anche una Lettera che illustra proposte concrete in relazione, soprattutto, all’attività delle parrocchie: “Il momento dell’operare va attuato anzitutto dotando le parrocchie di strutture adeguate, soprattutto di luoghi di incontro e di comunione tra le persone, di centri di ascolto, di strutture destinate a specifiche situazioni di emarginazione, là dove fossero presenti. In ogni caso, in questa fase operativa è opportuno stabilire delle collaborazioni con le istituzioni, con le scuole, con le associazioni di volontariato non cattolico e con ogni altro ente operante sul territorio per la promozione dell’uomo”.

In appendice della Lettera Pastorale, infine, anche un vademecum delle strutture di servizio alla Carità, di ispirazione cristiana e laica, presenti sul territorio diocesano e che effettuano attività di assistenza alle fasce più deboli della città

Stampa questo articolo Invia articolo
30 novembre 2010
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 novembre 2017
MTWTFSS
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
novembre: 2010
L M M G V S D
« Ott   Dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  
QR Code Business Card