Foggia: SPORT E SALUTE MENTALE, UN MODO PER CONOSCERSI.

Una occasione per promuovere attraverso lo sport il protagonismo delle persone senza esclusione, per creare legami sociali nel contesto territoriale più allargato, aiutando a superare il pregiudizio e lo stigma sul disagio mentale, attraverso l’incontro, la conoscenza e la condivisione delle esperienze. Per rendere praticabile questo percorso l’Associazione Nazionale Polisportive Dilettantistiche per l’Integrazione Sociale (a.n.p.i.s.) ha organizzato il primo campionato provinciale di calcetto denominato “Tutti in palla”, riservato agli utenti psichiatrici, familiari e operatori dei centri di salute mentale e delle strutture riabilitative di tutta la provincia di Foggia. I partecipanti al torneo hanno consegnato un pallone con tutte le loro firme al sindaco Mongelli. “Accolgo questo dono come un invito a prendere parte alle vostre iniziative, ha sottolineato il primo cittadino, e devo ringraziare l’Anpis e le altre organizzazioni sportive per aver creato questo momento di socializzazione”. Il campionato si svolge all’opera San Michele a Foggia il sabato mattina dalla 9,30 alle 12,30 e durerà fino alla prossima primavera.

“Sono convinto che iniziative come queste, ha commentato l’assessore alle Politiche Sociali Pasquale Pellegrino, possano dare a coloro che hanno problemi psichici e alle loro famiglie una importante opportunità per vivere la normalità. Il Comune di Foggia sta seguendo e sostenendo tutte le iniziative che possano favorire attraverso lo sport un miglioramento della situazione delle famiglie. Mi piace ricordare anche l’ippoterapia, ma ci sono tante altre forme di sport e di svago che aiutano a stare meglio. Abbiamo concluso l’esperienza con il CIM per 10 borse lavoro al cimitero e con risultati estremamente positivi ed ora ci apprestiamo a dare vita a tutti i servizi del piano sociale di zona”. All’incontro erano presenti anche il presidente della commissione Politiche Sociali del Comune Rita Chinni e Anna Rita Palmieri componente della stessa commissione. A raccontare questa importante è stato lo stesso presidente regionale dell’Anpis.

“Crediamo alla funzione terapeutica del calcetto, ha commentato il presidente regionale Anpis Antonio Lo Conte, e possiamo affermare come questa attività sportiva inneschi una serie di comportamenti positivi, crea opportunità di relazionarsi e di appartenere al gruppo, favorendo la riappropriazione corporea”. Era presente anche l’assessore allo Sport Matteo Morlino: “Sono convinto che questo primo campionato provinciale di calcetto offrirà degli spunti interessanti per spingere ad organizzare altri eventi anche in altri sport”.

Stampa questo articolo Invia articolo
26 novembre 2010
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 novembre 2017
MTWTFSS
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
novembre: 2010
L M M G V S D
« Ott   Dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  
QR Code Business Card