Orta Nova: La vice presidente della Regione Barbanente promuove parco e viabilità della zona PEEP

“La visione politica può migliorare concretamente la vita dei cittadini, con bassissimi costi”

urbanizzazione peep“Nel governo delle città, la differenza non la fanno le competenze tecniche, ma la visione politica e la consapevolezza della necessità di innovare. L’Amministrazione comunale ha dimostrato che si può migliorare concretamente la vita di tanti cittadini contenendo i costi”. Così l’assessore regionale alla Qualità del Territorio Angela Barbanente ha concluso il suo intervento e il convegno ‘+Alberi –Cemento / Periferie rigenerate benessere e sicurezza per la città’, svoltosi nel pomeriggio di ieri in un’affollata Aula consiliare, organizzato per presentare alla città il progetto del parco urbano e del completamento della viabilità e dell’illuminazione pubblica nell’area di via Pertini e via Tarantino.

L’obiettivo perseguito dall’Amministrazione comunale è “costruire spazi di socialità e migliorare la nostra rete viaria in un’area degradata oltre che periferica”, ha affermato l’assessore ai Lavori pubblici Leonardo Trecca, interfaccia amministrativa dei tecnici autori del progetto giunto al 9° posto della graduatoria del bando regionale per il finanziamento delle opere di urbanizzazione in zone di edilizia economica e popolare. “La Regione ci ha offerto un’opportunità che abbiamo colto, ottenendo 400.000 euro da aggiungere al nostro cofinanziamento di 100.000 euro, per trasformare un’area inutilizzata in un luogo fruibile alla comunità”.

“L’area PEEP è sostanzialmente un quartiere dormitorio”, ha spiegato il progettista Salvatore Maffione, facendo scorrere su uno schermo le immagini di com’è oggi lo spazio periferico da riqualificare e di come sarà una volta ultimato l’intervento, che interesserà “circa un ettaro di proprietà comunale da recuperare e riusare a vantaggio dei cittadini”.

Il progetto ha come obiettivo strategico “contrastare il degrado urbano mediante azioni di recupero e riuso di spazi abbandonati e dismessi, così innalzando i livelli di qualità urbana”. Lo si otterrà mediante la realizzazione di “uno spazio aperto infrastrutturato con attrezzature per il gioco e la passeggiata, la corsa e la salute, l’intrattenimento, lo spettacolo e in cui saranno piantati circa 400 piante, tra alberi e arbusti”.

Il progetto recepisce appieno le indicazioni regionali su ecocompatibilità dell’intervento ed economicità della sua manutenzione, prevedendo: “riduzione del consumo di acqua e di energia mediante la costruzione di un sistema di recupero delle acque piovane per irrigare il verde e l’installazione di lampade a led – ha spiegato Maffione – Alberi e piante saranno di specie autoctone con basso costo di impianto e bassissimo costo di manutenzione; così come panchine e fontana saranno costruite in pietra locale di Apricena. Infine, nell’area saranno installati cestini porta rifiuti per la raccolta differenziata”.

Il programma dei lavori prevede, inoltre, la realizzazione della strada di collegamento tra via Rumor e via Pertini – con l’illuminazione del marciapiede adiacente il Poliambulatorio della ASL – del marciapiede nel tratto terminale di via Pertini, nonché in quello di raccordo con via Fiore, fino all’incrocio tra questa e via Campania, eliminando così disagi e pericoli per i residenti.

“Le città non sono agglomerati di cemento, ma luoghi di generazione culturale ed economica – ha affermato la sindaco Iaia Calvio introducendo l’assemblea civica – Noi avvertiamo la necessità e l’urgenza di promuovere un modello di città più equo e solidale. Grazie alla Regione Puglia, abbiamo l’opportunità di realizzare uno straordinario progetto di rigenerazione urbana, interamente ascrivibile a questa Amministrazione comunale, e di aumentare e migliorare i luoghi della socialità per riappropriarci del nostro tempo e della nostra città. Possiamo e dobbiamo recuperare il nostro amor loci”.

 “Anche questo bando l’abbiamo pensato e articolato per promuovere la riqualificazione delle periferie urbane, che hanno tanto bisogno di verde, servizi e spazi di socialità – ha concluso la vice presidente della Regione Angela Barbanente – Siamo convinti che sia questa la strada da imboccare per generare un migliore futuro della comunità, ancor più se gli interventi sono realizzati a basso costo e, soprattutto, con ridotti costi di manutenzione. Quest’ultima può essere utilmente affidata agli abitanti del quartiere in cui si realizzeranno, facendoli diventare custodi dello spazio pubblico. Il progetto del Comune di Orta Nova  contiene ed esalta tutti questi elementi – ha concluso Barbanente – ed è per questa ragione che sono personalmente contenta della sua lusinghiera valutazione e grata a quanti lo hanno promosso e lo realizzeranno”.

Stampa questo articolo Invia articolo
14 marzo 2013
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 novembre 2017
MTWTFSS
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
marzo: 2013
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
QR Code Business Card