Daunia: L’Europa valuti le rinnovabili al Sud

“Un Commissione parlamentare europea valuti se le fonti energetiche rinnovabili al Sud sono un pozzo nero di totale illegalità oppure una grande risorsa per l’Italia e per l’Europa” – la richiesta provocazione lanciata dal Portavoce di Piccoli Comuni, Virgilio Caivano – Una comunicazione a senso unico, tesa unicamente a dimostrare infernali processi malavitosi nel settore eolico ed una totale assenza della politica e delle istituzioni, rendono impossibili ogni ipotesi di investimenti economici e progetti nel settore energetico, condannando l’Italia ed il Sud in particolare a pardere l’ennesima grande occasione di sviluppo e di crescita. Le inchieste della Magistratura – chiarisce Caivano – sono da noi rispettate, aupsicate, quando giuste, chiediamo solo rapidità nei tempi e soprattutto rigore e riservatezza, onde evitare inutili processi di piazza per centinaia di amministratori, dipendenti e operatori del settore energetico. Il rischio vero è quello di dare ancora una volta una idea distorta dell’eolico e penalizzare la più grande ricchezza che il Sud possa mettere incampo”.

Stampa questo articolo Invia articolo
30 novembre 2010
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 novembre 2017
MTWTFSS
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
novembre: 2010
L M M G V S D
« Ott   Dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  
QR Code Business Card