Foggia: PRESENTATO ALLA FIERA DI FOGGIA IL Distretto Produttivo Regionale dell’Ambiente e del Riutilizzo (DIPAR)

Il DIPAR intende rappresentare il luogo d’incontro privilegiato nel quale mettere in connessione la pluralità di soggetti che, a vario titolo, si occupano professionalmente di ambiente, al fine di realizzare una nuova sinergia tra competenze ed eccellenze scientifiche, culturali e capacità produttive ed imprenditoriali. L’obiettivo è quello di realizzare un collegamento stabile tra il mondo della ricerca e il mondo della produzione, al fine di favorire lo sviluppo di processi di innovazione tecnologica, incentivare la ricerca industriale per una riduzione degli impatti ambientali e della produzione dei rifiuti, sostenere lo sviluppo precompetitivo, sviluppare la comunicazione ambientale, promuovere l’internazionalizzazione di un nuovo Sistema Integrato Ambientale e promuovere la formazione di personale altamente qualificato nelle imprese della filiera ambientale e della pubblica amministrazione.

Se ne è parlato alla Fiera di Foggia durante il convegno di presentazione del Distretto Produttivo Regionale dell’Ambiente e del Riutilizzo (DIPAR), organizzato in collaborazione tra il Distretto, Confindustria Foggia e Camera di Commercio d Foggia.

Il Distretto è composta da 164 aziende (di cui: 34% espressione della provincia di Bari, 33% della provincia di Taranto, 12% della provincia di Lecce, 9% della provincia di Brindisi, 5% della provincia di Foggia); partecipano al distretto anche un 8% di imprese con sede fuori Puglia, 11 Associazioni di Categoria e Sindacali, 5 Enti pubblici e privati, 6 tra Università/ Enti di Ricerca.

Il Programma di Sviluppo del Distretto si muove su sei linee strategiche che si possono così riassumere: 1. Mettere in rete le aziende pugliesi operanti nel DIPAR al fine di creare filiere ed associazioni di comparto, strutturate in grado di operare in maniera sinergica nel settore dei rifiuti, delle bonifiche e del ciclo delle acque. 2. Creare una rete di comunicazione ed informazione per la diffusione dei dati, la formazione ed

aggiornamento continuo sul sistema ambiente. 3. Creare un network di servizi reali alle imprese in campo ambientale. 4. Promuovere e favorire lo sviluppo di innovazioni, nei sistemi produttivi, finalizzate alla salvaguardia dell’ambiente in stretta sinergia con il mondo della ricerca pugliese. 5. Internazionalizzare le aziende aderenti al Distretto incrementando azioni di trasferimento tecnologico nei paesi in via di sviluppo al fine di diffondere l’uso delle migliori tecnologie disponibili per la salvaguardia ambientale e finalizzando gli investimenti promozionali nelle aree balcaniche di prossimo ingresso nella UE. 6. Promuovere l’alta formazione in campo ambientale per favorire l’inserimento di risorse umane qualificate nelle imprese del distretto al fine di accrescere la competitività delle stesse in campo nazionale ed internazionale.

Tra gli oltre 70 progetti del 1° programma di sviluppo DIPAR, vengono esemplificativamente presentati: 1. Sviluppo di tecnologie innovative di bonifica suoli: la bonifica verde; 2. Nuova metodologia per la valorizzazione di ceneri volanti da carbone; 3. Start up e validazione processo gassificazione di matrici organiche; 4. Impianto complesso per il trattamento e recupero di sedimenti marini contaminati.

Il programma dei lavori, aperto dagli interventi di saluto del Presidente della Fiera, Fedele Cannerozzi e dal Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Foggia, Giusy Albano, ha visto le relazioni e gli interventi del Presidente del Comitato di Distretto, Lorenzo Ferrara, del Coordinatore della Commissione di Distretto “Formazione e Comunicazione”, Gian Maria Gasperi e di alcuni componenti il Comitato Scientifico ed i settori Internazionalizzazione ed Innovazione Tecnologica Il convegno è stato concluso dal Presidente della Camera di Commercio di Foggia, Eliseo Zanasi.

IL CONVEGNO SULLE INFRASTRUTTURE

ALLA 32A FIERA D’OTTOBRE CAMPIONARIA NAZIONALE

Un convegno che ha dimostrato l’alto livello tecnico e politico del <<sistema Capitanata>> nel dibattere di importanti questioni che attengono allo sviluppo come quello delle infrastrutture. Questo il commento di Guglielmo Minervini, Assessore Infrastrutture e Mobilità della Regione Puglia, che ha concluso in Fiera il convegno su Infrastrutture strategiche per lo sviluppo della Capitanata in Puglia” promosso dall’Ente Fiera di Foggia ed organizzato in collaborazione con Regione Puglia, Comune, Provincia e Camera di Commercio di Foggia.

I temi della mobilità urbana e della necessità di decongestionare il traffico, le questione dell’alta velocità e della capacità ferroviaria sulla linea Bari-Foggia-Napoli-Roma, la movimentazione marittima delle merci ed i collegamenti aerei da e per Foggia sono stati gli argomenti trattati nell’interessante confronto aperto dal saluto di apertura di Fedele Cannerozzi, Presidente della Fiera di Foggia, cui hanno fatto seguito i contributi al dibattito di Domenico Mazzamurro, Amministratore Unico dell’ATAF di Foggia; Gianni Mongelli, Sindaco di Foggia; Antonio Pepe, Presidente della Provincia di Foggia; Eliseo Zanasi, Presidente della Camera di Commercio di Foggia, Domenico Di Paola, Amministratore Unico di Aeroporti di Puglia.

Al convegno si è parlato anche del raddoppio della linea Ferroviaria Termoli Lesina e della necessità di guadare al rafforzamento della logistica per valorizzare ulteriormente la posizione strategica della provincia di Foggia lungo le dorsali adriatica e tirrenica.

Particolare attenzione ha dedicato il confronto all’aeroporto foggiano “Gino Lisa”, per il quale, è stato reso noto, è in fase avanzata l’iter per l’allungamento dell’attuale pista, da più parti ritenuta ipotesi più percorribile – rispetto alla creazione di una nuova pista – in termini di impegno finanziario e tempi di realizzazione richiesti. Occorre infatti creare quanto prima le migliori condizioni possibili per favorire l’interesse e l’operatività dei vettori aerei, dando nel contempo una risposta concreta alle esigenze degli operatori turistici della Capitanata ed in modo particolare del Gargano.

Stampa questo articolo Invia articolo
9 ottobre 2010
di

Se vuoi scrivere alla redazione, manda il tuo comunicato o la tua segnalazione a: redazione@daunia.info

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non si possono inserire commenti.

Editoriale

Steganografia: questa sconosciuta

Tecnica usata fin dall’Antica Grecia ma teorizzata solo nel XVI sec. dal monaco benedettino Johannes von Heidenberg (Abate a Sponheim), detto Tritheim, in italiano...Leggi»

Eventi

 gennaio 2018
MTWTFSS
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234
ottobre: 2010
L M M G V S D
« Set   Nov »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
QR Code Business Card